Archivio dell' Autore: lia

No, ma che vergogna

Si sono addirittura chiusi i commenti del blog, vista la latitanza di mesi, e manco me ne ero accorta. E’ che sono stata a Cuba, da dove aggiornare il blog è complicato. E ora sono in Italia a fare un paio di cose non particolarmente interessanti. Ne ho fatta una moderatamente interessante nelle scorse settimane, [...]

Pubblicato in blog, Impudico bla bla | Etichette: , | 21 Commenti

Da San Salvador a Città del Guatemala

Ticabus, destinazione Città del Guatemala. Alla frontiera, un gruppo di donne che cuociono pupusas sono l’ultima immagine che ho del Salvador. Passo la frontiera con un senso di liberazione, satura di filo spinato e paura generale e esigenze di sicurezza e orrori vari. Il Guatemala mi appare come il più pacifico dei paesi, in confronto: [...]

Pubblicato in América | Etichette: , , , | Commenti chiusi

Salvador (fine)

Il tassista che mi ha accompagnato al Museo Militare di San Salvador è un’anima candida. Si improvvisa guida turistica, vorrebbe farmi visitare lo zoo e vedermi fotografare le facciate delle chiese e lo intristisce la mia mancanza di interesse per ciò che propone. Parlare con lui della guerra civile mi deprime, non ne sa nulla [...]

Pubblicato in América | Etichette: , , , | Commenti chiusi

Il Salvador ufficiale

Il monumento alle vittime dei massacri e degli omicidi compiuti in Salvador da militari e paramilitari sembra, come spiegavo altrove, sconosciuto ai più. In compenso, tutti sanno dov’è il museo di Storia Militare: il taxi ti ci porta senza esitazioni e, dentro, è pieno di ragazzini e ragazzine in visita. Già dalla prima sala in [...]

Pubblicato in América | Etichette: , , , , | Commenti chiusi

(Intermezzo) Mirabolanti avventure alle frontiere

(Interrompo un attimo le cronache salvadoregne per un paio di aneddoti freschi di giornata.) Mattina presto. Partiamo in minibus da Flores, in Guatemala, diretti in Messico. Siamo io, due ragazzi honduregni, un signore della stessa nazionalità e una bella donna nicaraguense col figlio ventenne dall’aria un po’ hippy. Alla frontiera col Belice, i due ragazzi [...]

Pubblicato in América | Etichette: | Commenti chiusi

Il Salvador, dicevamo

San Salvador è praticamente l’inferno in terra. Arrivi dal sano, piacevole Nicaragua, e l’impatto è devastante. Nella foto, una comune gabbia casa in un quartiere qualunque della città. Notare che le sbarre sono anche sopra, è impossibile penetrare da qualsiasi lato. E la gente vive così, il taxista non capiva cosa avessi da fotografare. Gli [...]

Pubblicato in América | Etichette: , , | Commenti chiusi

San Salvador 1: il monumento alla Memoria che nessuno conosce

Mi pareva di essere un’idiota: io che insistevo col chiedere dove fosse il Monumento alla Memoria e alla Verità, dedicato alle vittime degli orrori salvadoregni, e nessuno che sembrasse sapere di cosa stessi parlando. In tutta San Salvador. In albergo mi avevano guardato straniti. Il tassista non ne aveva mai sentito parlare. Alla centrale dei [...]

Pubblicato in América | Etichette: , , | Commenti chiusi

El Salvador. Pare un paese complicato

Il bus per El Salvador parte da Managua in piena notte e raggiunge Estelì, Nicaragua del nord, alle 6 del mattino. Bisogna aspettarlo alla pompa di benzina sulla Panamericana, ed eccomi lì questa mattina all’alba, fiduciosa, che mangio biscotti e scruto l’orizzonte in attesa di vederlo spuntare e intanto cazzeggio, gioco con le rotelle della [...]

Pubblicato in América | Etichette: , | Commenti chiusi

Matagalpa, la polizia, il karaoke

Il concetto di “Vado al bancomat e torno” non è lo stesso a Napoli e a Seattle. Così sono andata al bancomat, io. E poi mi sono accodata a una manifestazione sandinista che passava di lì. Poi sono andata a vedere la casa natale di Carlos Fonseca. Poi sono andata a mangiarmi una pizza coi [...]

Pubblicato in América | Etichette: , , | Commenti chiusi

Expat in Nicaragua

A Matagalpa dormo all’Hostal Naked Gringo. Il suddetto gringo nudo (lo si può vedere, vestito, nella foto sul sito) è un simpatico tizio di Seattle con le unghie dei piedi laccate di nero che si è trasferito qui, mi diceva, perché ha “raggiunto l’età della pensione”. A me pare che non abbia nemmeno 50 anni [...]

Pubblicato in América | Etichette: , , | Commenti chiusi
  • Email

    haramlik at gmail.com
  • Pagine

  • Commenti recenti

  • Categorie

  • Archivi

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License.