Archivo delle Categorie: Impudico bla bla

No, ma che vergogna

Si sono addirittura chiusi i commenti del blog, vista la latitanza di mesi, e manco me ne ero accorta. E’ che sono stata a Cuba, da dove aggiornare il blog è complicato. E ora sono in Italia a fare un paio di cose non particolarmente interessanti. Ne ho fatta una moderatamente interessante nelle scorse settimane, [...]

Pubblicato anche in blog | Etichette: , | 22 Commenti

Messico e fricchettonismi di ritorno

Allora, adesso sono in Messico. Penisola dello Yucatan, per la precisione, ché a Natale scorso ero rimasta con la voglia di esplorarla meglio. In questo preciso istante sono a Isla Mujeres e, in un impeto di fricchettonismo di ritorno, sono finita al Poc-na Hostel dove spendo 9 euro a notte compresa la colazione e compreso [...]

Pubblicato anche in América | Etichette: , , , | Commenti chiusi

Cuba, mi amoL

Sono tornata a Cuba come chi torna a casa, dopo un periodo in Italia estenuante, psicologicamente spossante e pure abbastanza sorprendente, ché il mondo non va mai come una sarebbe portata a prevedere ma vabbe’, l’importante è che in qualche modo vada. Sono tornata e sento lo stress che mi cade via di dosso, mattonate [...]

Pubblicato anche in Cuba | Etichette: , , | Commenti chiusi

Il paese che finge di essere cretino

I titoli dei giornali di oggi, a proposito dell’India e dei marò, rischiano seriamente di mandarmi al manicomio. E’ evidente che, come fanno notare gli indiani, un governo democratico non può mettere bocca nelle sentenze: stanno ribadendo l’ovvio, e suppongo che noi al loro posto faremmo lo stesso. E’ altrettanto evidente che non li condanneranno [...]

Pubblicato anche in giornalismo cialtrone, Patria (matrigna?) | Etichette: , , , , | Commenti chiusi

Come vanno a finire le storie

Arrivo a Genova e manco il tempo di smaltire il fuso orario, rendermi conto del freddo, mettere a fuoco le strade, che già ti incappo in SMP. Così, per caso, in strada, appena uscita per fare un po’ di spesa. Ecco, SMP. Che cosa strana. Perché sono partita che avevamo fatto pace dopo l’ennesimo litigio, [...]

Pubblicato anche in A Genova, Patria (matrigna?) | Etichette: , , , , | Commenti chiusi

¿Palau? Y ¿dónde coño está Palau?

Cito da Carotenuto: Per la ventunesima volta consecutiva l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha condannato l’embargo che da più di mezzo secolo colpisce la Rivoluzione cubana da parte degli Stati Uniti. Hanno votato contro gli Stati Uniti stessi, Israele e… Palau. Si sono astenute… le isole Marshall e la Micronesia. Hanno votato a favore della [...]

Pubblicato anche in Cuba | Etichette: , , , , | Commenti chiusi

Tentativi di socializzazione all’Avana

1. Con tempo da perdere e desiderosa di fare quattro chiacchiere, mi lascio abbordare nella hall di un lussuoso albergone da due cubani che – ma dai? – mi invitano a bere qualcosa, nel senso che assicurano che pagano loro. Raggiungiamo il rinomato giardino, prendiamo posto sugli appositi divani, beviamo il mojito e finalmente mi [...]

Pubblicato anche in Cuba | Etichette: , , , , | Commenti chiusi

Disclaimer cubano e varie

Passo il tempo a canticchiare vecchie canzoni cubane che ti si mettono in testa e non te ne liberi più. E cerco ancora di capire se mi piace o no, Cuba, ché in certe zone e momenti non mi piace affatto – questo mio centro scassato, polveroso, faticoso da percorrere e in fondo triste, con [...]

Pubblicato anche in Cuba | Etichette: , | Commenti chiusi

Diario dall’Avana: primi giorni

Lo sguardo ci mette un po’ ad abituarsi all’Avana. Quello che all’inizio ti appare come il confuso risultato di un bombardamento diventa, dopo qualche giorno, ciò che adesso mi pare di vedere: un mondo degli anni ’50 con strade degli anni ’50 percorse da macchine degli anni ’50, e tutto con sessant’anni di invecchiamento addosso. [...]

Pubblicato anche in Cuba | Etichette: , | Commenti chiusi

Calle Soledad, Avana, Cuba

L’Avana è post-atomica, di una povertà priva del riscatto almeno apparente delle merci, delle botteghe, dei carretti, delle pubblicità dell’Africa che era, fino ad oggi, il mio termine di comparazione di ogni povertà. All’Avana i negozi sono vuoti, i bar sono le finestre di una casa al pianterreno da cui una mano ti porge un [...]

Pubblicato anche in Cuba | Etichette: , , | Commenti chiusi
  • Email

    haramlik at gmail.com
  • Pagine

  • Commenti recenti

  • Categorie

  • Archivi

Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License.