dongelmini.jpg

Don Gelmini: agli atti libro Salvia
Casa editrice spedisce a magistrati romanzo testimonianza

(ANSA) – ROMA, 6 AGO – Il libro ‘Mara come me’, di Marco Salvia risulterebbe agli atti dell’inchiesta sui presunti abusi di cui e’ accusato don Gelmini. Il libro che racconta, in forma romanzata, la vita in una comunita’ per tossicodipendenti e scritto sulla base dell’esperienza diretta dell’autore nella comunita’ Incontro di don Gelmini e’ stato inviato al pm di Terni dall’editrice ‘Stampa Alternativa’. ‘Queste strutture – dice Salvia – si reggono su un meccanismo di lavaggio del cervello.

E ancora:

“E’ banale dire ora: ‘io l’avevo dettò “, Marco Salvia, che tre anni fa ha scritto e pubblicato un libro in cui, in forma di romanzo, racconta la sua esperienza e una trentina di testimonianze di altri ragazzi in alcune comunità di recupero per tossicodipendenti tra le quali quella di don Pierino Gelmini, parla con l’ANSA delle vicende giudiziarie del sacerdote. Il libro, afferma, è stato inviato dalla casa editrice ‘Stampa Alternativa’ al pm di Terni che si occupa del caso, e l’autore si dice disponibile a parlare con i magistrati: “Se vogliono sentirmi sono pronto”. Sono passati 20 anni da quando Salvia è stato ospite della comunità di Amelia; oggi è un professionista di 44 anni e un uomo molto diverso, ma ricorda molto bene quel periodo. La sua esperienza è quella di un don Pierino molto diverso da quello che appare. E la sua storia insieme a quella di altri ospiti di comunità, è riportata, romanzata, nel libro, il cui protagonista, don Luigi, è “ispirato – precisa – proprio a don Gelmini”. “Il pensiero va subito alle attuali accuse di abusi sessuali: “c’é un episodio del romanzo – spiega – in cui viene descritto uno di questi approcci, non violenti, di carezze. Sono cose che mi sono state riferite – precisa – e non mi erano sembrate neanche le più gravi, onestamente, tra tutto quello che mi hanno raccontato”. […continua]

Infine, l’intervista di Marco Salvia a Radio Radicale qui e, sull’Unità di oggi, l’articolo dello stesso autore dal titolo: “Droga, andare oltre le soluzioni private“.

Su questo blog se ne è parlato qui, qui, qui e qui.