Immagina questo: ti svegli alle 5 del mattino, sconfitta dalle zanzare e anche perché sei un po’ stressata da tutta questa tua roba che deve uscire da ‘sta casa entro lunedì prossimo, e tu con lei.
Ti rimiri gli scatoloni che hai cominciato a riempire giusto oggi (o era ieri?), mangi una carota nella pre-alba milanese e ti dici: “Cia’ che scrivo un post”. Sugli scatoloni.
Sbadigliando, te ne vai su Google Image a cercarti una foto di scatoloni che ti illustri il post e cosa ti appare?
Casa tua. Con i tuoi scatoloni.
La stessa scena che hai sotto gli occhi adesso, già nell’archivio di Google, pronta per l’uso. L’unica differenza è che allora li stavi svuotando, i cosi, e adesso li riempi. Ma sono loro, uguale.

Be’: ti viene il dubbio di avere un blog un po’ ripetitivo, quando ti succede una cosa così.
Si gira un po’ su se stessi, ecco.

scatoloni.JPG

Il pensiero successivo è che forse la dovrei reprimere, quest’ennesima ondata di post da trasloco: sarebbe la quarta, da quando ho il blog, e davvero non è possibile starsi a raccontare sempre le stesse cose.
Avere sempre gli stessi stress.
Affaticarsi sempre nello stesso modo, e sempre come se fosse la prima volta.

In genere succede dall’analista: tu parli, parli, parli e poi, un bel giorno, ti accorgi di stare dicendo cose che hai già detto. Cento, mille, un milione di volte.
E’ un momento importante dell’analisi, quello. E’ quando prendi coscienza delle trappole in cui sei infognata, delle gabbie che ti tengono stretta. Me lo ricordo perfettamente. Ti vieni a noia, tu e le tue sempiterne dinamiche, e la noia di sé fa benissimo, è meglio del fertilizzante. Ti obbliga a coltivare cose nuove da dirti.

Ritrovarsi i propri scatoloni già pronti su Google Image fa lo stesso effetto, ed è pure gratis.
Notevole.

Io non lo scrivo, il millesimo post da trasloco.
Traslocherò pensando ad altro e mi farà benissimo.

Ché contemplarsi l’ombelico va pure bene, non dico di no, ma – davvero – non riesco a pensare a nulla di più terrificante di un ombelico ripetitivo.

Dai, giuro.